• Home
  • Tuttofood
  • Bocuse d’Or Europe OFF 2018 - La cultura è servita

Bocuse d’Or Europe OFF 2018 - La cultura è servita

Il Bocuse d’Or Europe OFF 2018 è la stagione di eventi culturali rivolti al grande pubblico, che avrà luogo a Torino dall’8 al 16 giugno, con anticipazioni in Piemonte già a partire da fine marzo e collegata al prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe, per la prima volta in Italia, a Torino l’11 e 12 giugno 2018.

 

Composto da iniziative culturali diffuse e realizzato per la prima volta nella storia del Bocuse d’Or Europe, il calendario OFF nasce dal presupposto che la cucina è cultura, espressione di un bagaglio storico, dell’identità di un territorio, di una idea di contemporaneità in continuo dialogo con altre arti e discipline, con cui condivide la capacità di interpretare il presente e disegnare il futuro.

 

Aperto il 21 marzo con un omaggio ai maestri dell’alta cucina Paul Bocuse e Gualtiero Marchesi, il Bocuse d’Or Europe OFF 2018 vede coinvolto tutto il Piemonte in un calendario di av Ampio spazio sarà inoltre riservato anche alla valorizzazione delle professioni legate al vino, figure indispensabili per ogni indirizzo che intenda divulgare l'alta cucina.

 

Nell'ambito delle iniziative legate ai percorsi del vino, il 1 maggio è in programma uno speciale intinerario: “Gran Tour. Paesaggi vitivinicoli Unesco, architetture e vino nelle terre astigiane” con visita al Parco Artistico Orme su La Court a Castelnuovo Calcea dove, all’interno di un immenso vigneto di barbera, sono inserite sculture di arte contemporanea. Nella cantina collegata, oltre a visitare la zona di produzione del vino, si ammirerà anche una delle esposizioni degli artisti che hanno contribuito alla creazione del parco e successivamente, si avrà l’occasione di entrare all’interno delle Cattedrali Sotterranee di Bosca, nel centro di Canelli, fra navate, deambulatori e transetti che si aprono in ampie crociere proprio come in una cattedrale, dedicata all’invecchiamento degli spumanti più pregiati. Infine, visita al Castello di Moasca con la Rocca del XIV secolo che ospita una preziosa raccolta d’arte, un ristorante e un giardino pensile sulle morbide colline e i piccoli paesi arroccati.

 

Per il ciclo di incontri GranTour è in programma un altro appuntamento il 19 maggio, con “Il vino diventa cultura”, un percorso che si sviluppa nell’area tra Barolo e Serralunga per scoprire come la passione per il vino abbia incontrato la bellezza del paesaggio, tra architetture tradizionali e musei locali. La Cantina Fontanafredda, ad esempio, è una tenuta legata al nome del primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II e della sua amata Bela Rosin, fino al centro di Barolo, per conoscere nuove storie e esperienze. Qui si visiteranno il Wi.Mu., dove lo scenografo Francois confino presenta la storia del vino, la sua importanza sociale e la bellezza del Castello di Barolo, già dei Marchesi Falletti di Barolo, oltre al curioso Museo dei cavatappi.

 

Per concludere un maggio ricco di appuntamenti, “Le vigne nel paesaggio piemontese”, in Fondazione Luigi Einaudi la storia documentata del paesaggio piemontese, con Rinaldo Comba dell’Università di Milano il 22 maggio.

 

Torna dal 2 al 4 giugno, all’interno del  cartellone di eventi OFF, anche la manifestazione annuale Di Freisa in Freisa della Città di Chierie del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione delle D.O.C. L’evento è ormai un rassegna di eccellenza della cultura enogastronomica locale in cui le innumerevoli sfumature del Freisa saranno protagoniste di un programma culturale ricco di laboratori, degustazioni, arte, teatro ed ospiti di alto profilo come Gian Carlo Caselli, Procuratore della Repubblica e Presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla Criminalità nell’Agricoltura e nel Sistema Agroalimentare.

 

In occasione della pubblicazione degli Scritti di agricoltura e il territorio di Luigi Einaudi curati da Alberto Giordano, insieme al curatore Matteo Sardagna, titolare dei Poderi Einaudi, l’8 giugno insieme a Luigi R. Einaudi già ambasciatore degli Stati Uniti, si discuterà di come agricoltura e viticultura siano oggi cambiate e di come invece molte tradizioni contadine siano rimaste vive con l’incontro “Le Langhe di Einaudi e le Langhe di oggi”.

 

Organizzata da Associazione San Salvario HUB e sostenuta dalla Camera di commercio di Torino per la valorizzazione dei vini DOC e DOCG e per la diffusione della cultura del bere consapevole e di qualità,dall’8 al 16 giugno l’”Enoteca diffusa” realizzaun’edizione speciale su tre aree simbolo del bere e mangiare di qualità a Torino: piazza Vittorio Veneto, Quadrilatero e San Salvario.

 

In un contesto di maggiore sensibilità del pubblico verso l’alta qualità dei prodotti e il rispetto per l’ambiente, dove il mondo del vino naturale ha giustamente ottenuto un posto di rilievo nell’attuale scena internazionale, il 16 Giugno è in cartellone “In Natural Wine We Trust”: un’intera giornata dedicata ai vini naturali insieme ai migliori produttori di vini naturali, biologici, biodinamici e triple A, che daranno voce ai loro metodi di vinificazione e ai loro princìpi guida attraverso momenti di incontro (dibattiti, degustazioni, tavole rotonde).

 

Simbolicamente realizzato nell’Anno del Cibo Italiano, il Bocuse d’Or Europe OFF 2018 anima con incredibile varietà un cartellone ricco di mostre, talk, incontri, spettacoli, laboratori, feste e attività per famiglie nei luoghi più belli e significativi del territorio. 

 

Nata dalla volontà di Regione Piemonte, Città di Torino e Camera di commercio di Torino e realizzata grazie alle istituzioni culturali del territorio e a partner pubblici e privati, l’iniziativa è organizzata da Il Circolo dei lettori con Accademia Bocuse d’Or Italia.

 

Calendario su www.bocusedoreuropeoff2018.it  

 

PROGRAMMA

 

1 MAGGIO 2018 - Barolo, CN, Italia

“Gran Tour. Paesaggi vitivinicoli Unesco, architetture e vino nelle terre astigiane”

Alla scoperta di tesori

 

ORGANIZZATO DA: Associazione Abbonamento Musei

INFO UTILI: Ingresso € 25 + 10 € degustazione Prenotazione obbligatoria

 

Questo speciale itinerario inizia con la visita del Parco Artistico Orme su La Court a Castelnuovo Calcea, dove all’interno di un immenso vigneto di barbera, sono state inserite sculture di arte contemporanea. Successivamente si entra nelle Cattedrali Sotterranee, nel centro di Canelli. Navate, deambulatori e transetti si aprono in ampie crociere proprio come in una cattedrale, dedicata all’invecchiamento degli spumanti più pregiati. Il Castello di Moasca con la Rocca del XIV secolo ospita una preziosa raccolta d’arte, un ristorante e un giardino pensile con affaccio sulle colline e i piccoli paesi arroccati.

 

Informazioni Ritrovo piazza Solferino, lato Teatro Alfieri, Torino, ore 8.30 Rientro a Torino previsto per le ore 19 circa Prenotazione obbligatoria Numero verde 800.329.329 | Infopiemonte Torinocultura Piazza Castello angolo Via Garibaldi, tutti i giorni ore 9 – 18 www.abbonamentomusei.it 

 

 

3 MAGGIO 2018 - Musei Reali di Torino – Museo di Antichità

“DiVino. Per un’archeologia del vino”

Visita guidata #2

 

ORGANIZZATO DA: Musei Reali Torino

INFO UTILI: Ore 17. Ingresso € 4. Visite guidate a gruppi (max 25 persone)

Prenotazione obbligatoria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il vino, dono degli dei agli uomini per alleviarne gli affanni, è una delle bevande più antiche utilizzate dalla nostra società, da sempre associato alla religiosità, ai banchetti e ai simposi oltre che al ruolo sociale dei consumatori. La cultura del vino, assai meno effimera e volatile della bevanda, rivela un universo, quello enoico, eccezionale specchio della mentalità antica, di cui si possono seguire le tracce attraverso i recipienti per conservare, contenere, servire, bere tra Greci, Etruschi, Celti e Romani.

A conclusione del percorso, un laboratorio di degustazione di vini appositamente selezionati, presso la Caffetteria Reale, accompagnata dalle spiegazioni dell’archeologo.

 

 

19 MAGGIO 2018 - Barolo, CN, Italia

“Gran Tour. Il vino diventa cultura”

Alla scoperta di tesori

 

ORGANIZZATO DA: Associazione Abbonamento Musei

INFO UTILI: Ingresso € 25+ 5 € ingresso al Wi.Mu+ 4 € Museo dei cavatappi

Prenotazione obbligatoria

 

Il percorso si sviluppa nell’area tra Barolo e Serralunga per scoprire come la passione per il vinoabbia incontrato la bellezza del paesaggio, tra architetture tradizionali e musei locali. La Cantina Fontanafredda, per esempio, è una tenuta legata al nome del primo Re d’Italia, Vittorio Emanuele II e della sua amata Bela Rosin. Ci si sposta poi nel centro di Barolo, per conoscere nuove storie e esperienze; qui si visiteranno il Wi.Mu., dove lo scenografo Francois confino presenta la storia del vino, la sua importanza sociale e la bellezza del Castello di Barolo, già dei Marchesi Falletti di Barolo, oltre al curioso Museo dei cavatappi.

Informazioni Ritrovo piazza Solferino, lato Teatro Alfieri, Torino, ore 8.30 Rientro a Torino previsto per le ore 19 circa Prenotazione obbligatoria Numero verde 800.329.329 | Infopiemonte Torinocultura Piazza Castello angolo Via Garibaldi, tutti i giorni ore 9 –18. www.abbonamentomusei.it 

 

 

22 MAGGIO 2018- Fondazione Luigi Einaudi, Via Principe Amedeo, 34, Torino, TO, Italia

“Le vigne nel paesaggio piemontese”

Piante, animali, esseri umani e ambiente

 

ORGANIZZATO DA: Deputazione Subalpina Storia Patria

INFO UTILI Ore 16.30 – 17.30. Ingresso libero

 

Una storia documentata del paesaggio piemontese. Interviene Rinaldo Comba, Università di Milano

 

 

DAL 2 AL 4 GIUGNO 2018 - Chieri, TO, Italia

“Di Freisa in Freisa”

Il festival a Chieri

 

ORGANIZZATO DA: Città di Chieri

INFO UTILI: Ingresso libero 

 

Di Freisa in Freisa è la manifestazione annuale della Città di Chieri e del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione delle D.O.C. Freisa di Chieri che si propone di valorizzare un vitigno autoctono con più di cinque secoli di storia insieme alle altre denominazioni piemontesi. L’evento è un rassegna di eccellenza della cultura enogastronomica locale in cui le innumerevoli sfumature del Freisasaranno protagoniste di un programma culturale ricco di laboratori, degustazioni, arte, teatro ed ospiti di alto profilo come Gian Carlo Caselli, Procuratore della Repubblica e Presidente del Comitato Scientifico dell’Osservatorio sulla Criminalità nell’Agricoltura e nel Sistema Agroalimentare.

L’ingresso alla manifestazione è libero e gratuito. La partecipazione ad alcuni degli appuntamenti in programma sarà a pagamento ed è consigliabile prenotare.

 

Orari:Venerdì 1 giugno, 18 – 00 Sabato 2 giugno, 16 – 00 Domenica 3 giugno, 16 – 22 Lunedì 4 giugno, 10 – 18

 

 

8 GIUGNO 2018 - P.zza Luigi Einaudi 9, Dogliani

“Le Langhe di Einaudi e le Langhe di oggi”

 

ORGANIZZATO DA: Fondazione Luigi Einaudi onlus

INFO UTILI: Ore 21. Ingresso libero

 

Agricoltura e viticultura sono cambiate, eppure molte tradizioni contadine sono rimaste vive. In occasione della pubblicazione degli Scritti di agricoltura e il territorio di Luigi Einaudi, curati da Alberto Giordano, ne discutono, insieme al curatore, Matteo Sardagna, titolare dei Poderi Einaudi, e Luigi R. Einaudi, già ambasciatore degli Stati Uniti.

In collaborazione con Biblioteca civica “Luigi Einaudi” di Dogliani

 

 

DAL 8 AL 16 GIUGNO  2018

“Enoteca diffusa”

Edizione speciale tra Piazza Vittorio Veneto, Quadrilatero, San Salvario

 

ORGANIZZATO DA: Associazione San Salvario HUB

INFO UTILI: Tra Piazza Vittorio Veneto, Quadrilatero, San Salvario

 

Organizzata da Associazione San Salvario HUB e sostenuta dalla Camera di commercio di Torino per la valorizzazione dei vini DOC e DOCG e per la diffusione della cultura del bere consapevole e di qualità, l’Enoteca diffusa realizzerà un’edizione speciale su tre aree simbolo del bere e mangiare di qualità a Torino: piazza Vittorio Veneto, il Quadrilatero e San Salvario.

 

 

12 GIUGNO 2018 - Via Po, 18, Torino, TO, Italia

“La storia del Vermouth di Torino”

Piante, animali, esseri umani e ambiente

 

ORGANIZZATO DA: Accademia di Agricoltura

INFO UTILI: Ore 17.00 – 19.00 Ingresso libero

 

Vengono raccontate le principali tappe vissute da questo simbolo di eccellenza del Piemonte: il Vermouth di Torino nato appunto nella città sabauda, città di grandi e rinomati liquoristi tra fine 1700 e inizio 1800 che elaborarono un prodotto innovativocon particolari proprietà dovute anche all’uso delle piante officinali coltivate in Piemonte. Grazie alle sue proprietà questa bevanda è andata alla conquista del mondo. L’incontro si conclude con il recentissimo riconoscimento del Vermouth di Torino come indicazione geografica da parte dell’UE.

 

 

14 GIUGNO 2018 - Musei Reali di Torino – Museo di Antichità

“DiVino. Per un’archeologia del vino”

Visita guidata #3

 

ORGANIZZATO DA: Musei Reali Torino

INFO UTILI: Ore 16 Ingresso € 4 Visite guidate a gruppi (max 25 persone)

Prenotazione obbligatoria: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il vino, dono degli dei agli uomini per alleviarne gli affanni, è una delle bevande più antiche utilizzate dalla nostra società, da sempre associato alla religiosità, ai banchetti e ai simposi oltre che al ruolo sociale dei consumatori. La cultura del vino, assai meno effimera e volatile della bevanda, rivela un universo, quello enoico, eccezionale specchio della mentalità antica, di cui si possono se vicinamento con iniziative che valorizzano la ricchezza di un territorio da sempre vocato ad una profonda cultura enogastronomica. Il programma culmina dall’8 al 16 giugno a Torino in un’intensa settimana fra arte, racconto, cinema, teatro, design, creatività, multicultura e, naturalmente, cucina, con eventi creati ad hoc che vedono protagonisti musei e istituzioni culturali, attori del mondo dell'enogastronomia, partner pubblici e privati. Scrittori e chef, critici, intellettuali e food blogger, artisti e performer si danno appuntamento a Torino per omaggiare la tradizione enogastronomica italiana e internazionale.

 

Patrimonio storico e culturale del Piemonte, il vino è protagonista del palinsesto OFF con una serie di eventi che indagano il rapporto tra mondo enologico e cultura. Appuntamenti conviviali e culturali saranno l'occasione per esplorare il mondo del vino sia nella sua dimensione storica e territoriale sia nelle espressioni più contemporanee come quelle dei vini biologici e biodinamici.

guire le tracce attraverso i recipienti per conservare, contenere, servire, bere tra Greci, Etruschi, Celti e Romani.

A conclusione del percorso, un laboratorio di degustazione di vini appositamente selezionati, presso la Caffetteria Reale, accompagnata dalle spiegazioni dell’archeologo.

 

 

16 GIUGNO 2018 - Corso Stati Uniti, 27, Torino, TO, Italia

“In Natural Wine We Trust”

Una giornata dedicata ai vini naturali

 

ORGANIZZATO DA: Circolo della Stampa

INFO UTILI: Dalle ore 10 alle 21

Ingresso a pagamento Intero € 20,00 Ridotto € 15,00 (Ais, il Circolo dei lettori, il Circolo della Stampa, Fisar e Onav) 

 

Il mondo dei vini naturali si svela al pubblico di appassionati e agli addetti al settore. I migliori produttori di vini naturali, biologici, biodinamici e triple A danno voce ai loro metodi di vinificazione e ai loro princìpi guida attraverso momenti di incontro (dibattiti, degustazioni, tavole rotonde). Inserito in un contesto di maggiore sensibilità del pubblico verso l’alta qualità dei prodotti e il rispetto per l’ambiente, il mondo del vino naturale ha giustamente ottenuto un posto di rilievo nell’attuale scena internazionale.

 

Paolo Alciati

Fonte: Uff. Stampa

 

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn